news sito
Note legali | Privacy | Mappa del sito | Contatti | Rss
Calendario
< agosto 2017 >
DLMM GVS
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
SERVIZI
LINK

Posta Elettronica Certificata

 

Secondo quanto stabilito ai commi 1 e 2 dell’art. 5, del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, a decorrere dal 20 ottobre 2012 anche le imprese individuali che si iscrivono nel Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane avranno l’obbligo di indicare nella domanda di iscrizione l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

Le ditte individuali già iscritte e attive (art. 5, comma 2), eccetto quelle soggette a procedure concorsuali, devono comunicare  la propria casella PEC al Registro delle Imprese competente entro il 30 giugno 2013.


Analogamente a quanto previsto per le società, l'ufficio del Registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un'impresa individuale che non ha iscritto il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, in luogo dell`irrogazione della sanzione prevista dall'articolo 2630 del Codice civile, sospenderà la domanda per tre mesi, in attesa che essa sia integrata con l`indirizzo di posta elettronica certificata.
Prevista anche la istituzione, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, di un pubblico elenco denominato “Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata (INI-PEC) delle imprese e dei professionisti”.

SOGGETTI OBBLIGATI A COMUNICARE LA PEC AL REGISTRO IMPRESE

Domande frequenti

Quali soggetti sono obbligati a comunicare la PEC al Registro Imprese?
Tutte le società di capitali e di persone:

Devono comunicare la PEC anche le società semplici?
Sì, devono comunicare la PEC anche le società semplici. La legge nel fare generico riferimento a tutte le società organizzate in forma di impresa non le esclude.

Devono comunicare la PEC anche le società cooperative?
Sì, devono comunicare la PEC anche le società cooperative. La legge nel fare generico riferimento a tutte le società organizzate in forma di impresa non le esclude.

Devono comunicare la PEC anche le società in liquidazione o in fallimento?
Sì, devono comunicare la PEC anche le società in liquidazione o in fallimento. La legge nel fare generico riferimento a tutte le società organizzate in forma di impresa non le esclude.

Devono comunicare la PEC anche le società estere che hanno una o più sedi secondarie in Italia?
Sì, devono comunicare la PEC anche le società estere aventi in Italia una o più sedi secondarie. La legge nel fare generico riferimento a tutte le società organizzate in forma di impresa non le esclude.

Con quali modalità è possibile comunicare la PEC delle società?
La comunicazione della PEC delle società può essere fatta attraverso una pratica di Comunicazione Unica, utilizzando alternativamente:

Quale modulo devo utilizzare?
La comunicazione deve essere fatta tramite ComUnica. La distinta deve contenere il modello S2 o I2, compilato nel riquadro 5, nei soli campi relativi all'indirizzo di posta elettronica certificata.

Che cos’è la pratica semplice (PEC semplice)?
E’ una procedura semplificata on-line

 http://pec-registroimprese.infocamere.it/DPEC_WAR/do/Home.action?x=XXX

che consente al legale rappresentante della società (amministratore / socio amministratore / titolare di impresa ), munito di un dispositivo di firma digitale, di effettuare direttamente e personalmente la comunicazione della PEC della sua società, senza bisogno di registrarsi né di autenticarsi. Fornendo semplicemente il codice fiscale dell’impresa, il codice fiscale del dichiarante (legale rappresentante) e l’indirizzo PEC da iscrivere nel Registro Imprese, la procedura semplificata predisporrà automaticamente una pratica di Comunicazione Unica, recuperando dal Registro Imprese le altre informazioni necessarie (denominazione, cognome e nome del legale rappresentante ecc).
Il legale rappresentante dovrà soltanto firmare digitalmente la pratica che verrà, a conclusione della procedura di compilazione e sottoscrizione della stessa, inviata al Registro Imprese così come formata (S2 riq. 5), cliccando semplicemente sul bottone “Invia pratica”.
Per eventuali problemi tecnici contattare il numero 199 502 010 (call center nazionale registro imprese)

Quali controlli esegue automaticamente la procedura semplificata?
Prima della spedizione, la procedura semplificata verifica la validità dell’indirizzo PEC dichiarato, la titolarità della carica di legale rappresentante della società rispetto al soggetto che ha firmato la comunicazione, la validità della firma del legale rappresentante. In mancanza di uno o più di questi requisiti, il sistema non consente la spedizione della comunicazione della PEC.

Quali requisiti e quali strumenti occorrono per presentare la comunicazione PEC con la procedura semplificata?

Se la casella PEC già comunicata al Registro Imprese è scaduta cosa occorre fare?
Occorre contattare il Gestore che l’ha rilasciata (preferibilmente prima della scadenza) e provvedere al rinnovo del certificato.

 

Ultimo aggiornamento : 18/04/2014 15:57:19
Per informazioni rivolgersi a :
Ufficio : Registro delle Imprese
Indirizzo : Via Papandrea n. 8 - 08100 - NUORO
Orari : Dal Lunedì al Venerdì dalle 9,00 alle 12,00; Lunedì e Martedì anche dalle 15,30 alle 17,00. il personale addetto potrà essere contattato telefonicamente dal lunedi' al venerdi' dalle ore 12.00 alle ore 14.00
Telefoni : 0784-242502 242521 242501 242512 242505 242509 242554 242510
Fax : 0784 235083
Email : franca.soru@nu.camcom.it, sandra.farris@nu.camcom.it, mariagiovanna.brodu@nu.camcom.it, mariaassunta.carta@nu.camcom.it, giovannarosa.casula@nu.camcom.it, giovanna.puddu@nu.camcom.it, elisabetta.meloni@nu.camcom.it
PEC : registroimprese@nu.legalmail.camcom.it
Tag : 
News correlate
Albo imprese artigiane | tassa governativa
Hai trovato ciņ che stavi cercando?
L'informazione ti č stata utile?
<< Registro Imprese - R.E.A.
CNS e Firma digitale >>
 
logo twitter CCIAA Nuoro
logo facebook CCIAA Nuoro