news sito
Note legali | Privacy | Mappa del sito | Contatti | Rss
Calendario
< dicembre 2017 >
DLMM GVS
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
SERVIZI
LINK

cosa si intende per mediazione

 

La mediazione offre la possibilità di raggiungere la composizione delle controversie civili e commerciali, vertenti su diritti disponibili, tra due o più soggetti, tramite l’assistenza di un mediatore indipendente, imparziale e neutrale; questo, sia attraverso la ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia con la formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa.

Il Decreto Legislativo del 4 marzo 2010 n. 28 e s.m.i. ha introdotto una disciplina organica della mediazione e prevede diverse tipologie:

1.     volontaria: cioè scelta dalle parti;

2.     contrattuale: stabilita per la presenza di clausole di mediazione (nel contratto, nell’atto costitutivo di società o nello statuto);

3.     demandata: quando il giudice, cui le parti si sono rivolte, le invita a tentare la mediazione;

4.     obbligatoria: quando il tentativo di mediazione è condizione necessaria per potersi rivolgere al giudice.

 

Nuova mediazione

 

Dopo la sentenza della Corte Costituzionale n. 272/2012, che aveva dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. 5 comma 1 del D. Lgs. 28/2010 - in merito al tentativo obbligatorio di mediazione in determinate materie - per eccesso di delega, con conseguente decadenza dell'obbligatorietà della mediazione in  tali materie, la recente L. 98/2013, di conversione del D.L. 69/2013 (c.d. decreto del fare), ha reintrodotto l'obbligatorietà del tentativo di mediazione nelle seguenti materie:

-              diritti reali

-              divisione

-              successioni ereditarie

-              patti di famiglia

-              locazione

-              comodato

-              affitto di azienda

-              risarcimento del danno da responsabilità medica e sanitaria

-              risarcimento del danno da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità

-              contatti assicurativi, bancari e finanziari

-              condominio

La nuova disciplina introduce, inoltre, ulteriori importanti novità:

Rimangono invariati i benefici fiscali già precedentemente accordati all’istituto: l’esenzione dall’imposta di registro fino al limite di euro 50.000,00 per i verbali di accordo e il credito di imposta per le parti che hanno sostenuto le spese di mediazione.

 

Vantaggi della mediazione

 

■ semplicità del procedimento

■ costi ridotti e predeterminati

■ riservatezza della procedura

■ neutralità, indipendenza e imparzialità del mediatore

■ rapidità dei tempi di soluzione

 

La nuova disciplina introdotta dalla L. 98/2013 è entrata in vigore a partire dal 20 settembre 2013 e per un periodo sperimentale di quattro anni.

 

N.B. Nel caso delle controversie in materia telefonica rimangono in vigore i regolamenti e i tariffari della conciliazione

 

Ultimo aggiornamento : 09/01/2014 11:33:33
Per informazioni rivolgersi a :
Ufficio : mediazione, arbitrato, usi e consuetudini, contratti tipo
Indirizzo : via Papandrea, 8 08100 Nuoro
Orari : Dal Lunedì al Venerdì dalle 9,00 alle 12,00; Lunedì e Martedì anche dalle 15,30 alle 17,00
Telefoni : 0784 242515
Fax : 0784.30142
Email : conciliazione@nu.camcom.it clara.marceddu@nu.camcom.it
PEC : mediazione@nu.legalmail.camcom.it
Tag : 
News correlate
Non ci sono news correlate
Hai trovato ciņ che stavi cercando?
L'informazione ti č stata utile?
<< UFFICIO MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE
 
logo twitter CCIAA Nuoro
logo facebook CCIAA Nuoro